FAQ

La visione integrale (fino alla fine) di un video pubblicitario, fino a 30 secondi. Questa si chiama Donazione Costo Zero.

No, non è richiesta nessuna registrazione per fare una o più Donazioni Costo Zero.

No, su Fised4Future non chiediamo donazioni in denaro, ma potranno farlo i singoli Beneficiari attraverso i loro canali di raccolta fondi esterni a Fised4Future.

No, su Fised4Future non chiediamo donazioni in denaro, ma potranno farlo i singoli Beneficiari attraverso i loro canali di raccolta fondi esterni a Fised4Future.

Per ogni Progetto, Fondo o Beneficiario Semplice è possibile fare donazioni liberali in denaro seguendo i link che i Beneficiari possono indicare.

Nessuno, oltre ai dati di navigazione (ip, sistema operativo, configurazione video, lingua etc).

No, le Donazioni Costo Zero raccolte in modo organico da Fised4Future saranno destinate sempre secondo criteri meritocratici e di partecipazione.

Una tua partita IVA su cui pagare una fattura di sponsorizzazione.

Altro vantaggio indiretto per il Beneficiario può essere l’aumento o il mantenimento della propria notorietà e del proprio operato.

Un richiedente o partecipante può aumentare e confermare il proprio impegno sociale e la propria reputazione.

Allo sponsor/Brand che realizza a proprie spese il video collegato alle Donazioni Costo Zero, ma può coinvolgere anche il Beneficiario nella realizzazione di eventuali contenuti (immagini, video, audio etc).

No, ma è vivamente consigliato. Qui alcune linee guida per creare il video del tuo progetto.

Si, ad eccezione di enti religiosi e politici. Un richiedente deve ricordare che Fised4Future vuole essere il più possibile laico e apolitico.

No, ma è vivamente consigliato creare un video che spiega chi siete e cosa fate.

Il valore di una Donazione Costo Zero per un Beneficiario equivale alla metà del budget pubblicitario messo a disposizione da uno sponsor. Come riferimento prendiamo il valore di uno spot pre-roll con visione integrale il cui range può oscillare tra i 525 €/CPM (Costo Per Migliaia).

Si, ma anche il Beneficiario deve accettare lo sponsor e la campagna.

No, può raccogliere Donazioni Costo Zero anche per altre finalità, continuando a guadagnare in base alla sua raccolta.

Il valore di una Donazione Costo Zero per uno sponsor equivale al costo di una pubblicità video il cui range può oscillare tra i 10 – 50 €/CPM (Costo Per Migliaia).

Un’Azienda Coraggiosa ha un alto numero di clienti e/o dipendenti.

L’obbligo o meno di usare banner sul proprio sito web (banner per Publisher e Supporter) e la percentuale di guadagno.

Perché nella richiesta di Donazioni Costo Zero potranno essere assistiti, con impegno differente, dai Campaigner

No, può anche realizzarne uno tutto suo, che dovrà inviarci per essere approvato. Deve essere dinamico e avere una richiesta di Donazione Costo Zero, altrimenti le persone credono che sia una richiesta di denaro.

No, può anche realizzarne uno tutto suo, che dovrà inviarci per essere approvato. Può essere statico e avere una richiesta di Donazione Costo Zero, altrimenti le persone credono che sia una richiesta di denaro.

Si, ai fini fiscali e tributari sono da considerarsi reddito. In Italia fino a 5.000 €/anno lordi con collaborazione occasionale non è obbligatorio inserirli nella dichiarazione dei redditi. Comunque in base al tuo regime fiscale dalle Donazioni Costo Zero potrai usufruire delle agevolazioni fiscali.

Un Campaigner di base deve voler capire, o già sapere, cos’è una donazione e deve essere maggiorenne.

Un Campaigner deve essere disposto ad incontrare e coinvolgere le persone, soprattutto off-line.

No, può ricevere il network anche da Fised4Future ma nell’interesse di tutti è meglio cercare nuovi e ulteriori partecipanti.

Si oltre allDonazionCosto Zero può raccogliere ulteriori soldi diventando anche Publisher o Supporter o Promoter.

Si oltre alle Donazioni Costo Zero può raccogliere ulteriori soldi diventando anche Publisher o Supporter o Promoter.

Si, basta registrarsi due volte con diverso user name ed email.

Il massimale è di 5.000 €/anno lordi derivanti da un’unica transazione annua, cioè si incassano i soldi solo una volta all’anno.

Con un regime di sostituto di imposta il Beneficiario persona fisica paga un’aliquota del 20% fino ad un massimo di 5.000 €/anno lordi, cioè 4.000 €/anno netti.

Entrate
di tipo commerciale regolate da fatture di sponsorizzazione.



condividi con:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email